Google dona 20 Milioni di Dollari in beneficenza

Posted Leave a commentPosted in PENSIERI SPARSI

Questa mattina ho ricevuto da Google gli auguri di buone feste. Al di là che sappiamo tutti che si tratti di una mail inviata in modo automatico a tutti, però la mail di Google ha il suo fascino e soprattutto, per quanto semplice, riesce a stupire. Si, stupisce il fatto che cliccando sul link presente nella mail si finisce su una pagina nella quale si trova una sorpresa:

Questo regalo è per qualcuno di molto speciale: Tutti.
Molte istituzioni di carità stanno attraversando uno dei peggiori momenti dell’ultimo decennio  ed abbiamo quindi deciso di devolvere 20 Milioni di Dollari per aiutare colore che hanno preso un impegno per aiutare il prossimo. Il nostro regalo per voi è un regalo per loro. Buone Feste.

Complimenti veramente a Google.

Facebook, da 100 milioni a 200 milioni di utenti in 8 mesi

Posted Leave a commentPosted in PENSIERI SPARSI

facebook for goodFacebook ad agosto 2008 ha segnato un record mai visto: 100 milioni di utenti. Se qualcuno avesse detto ad Agosto che in 8 mesi Facebook sarebbe passata da 100 milioni di utenti a 200, ci avreste mai creduto? Quando si hanno centinaia di migliaia di utenti, il 100 per cento di crescita in un breve periodo è già impressionante. Se si dispone di un centinaio di milioni di utenti, allora la crescita diventa a dir poco sorprendente.

Nell’anno passato, Facebook  (spesso contestata), era stata valutata circa $ 15 miliardi di dollari. Si diceva fosse sopravvalutata. Ora che il numero di utenti è raddoppiato, la valutazione è ancora troppo elevata? Oppure, forse, possiamo ritenerla eccessivamente bassa? Nonostante la recessione economica Facebook cresce e l’entusiamo intorno a questo social network non sembra cedere.

Per festeggiare questa crescita, Facebook ha avviato una campagna chiamata FaceBook for Good. Qui gli utenti possono condividere le storie legate alla comunity e a “come Facebook ha contribuito alla vita sociale di oguno di noi o come ha cambiato i rapporti con un parenti e amici lontani.”

Su altri fronti intanto Facebook sta lavorando, insieme a 16 organizzazioni di beneficenza, alla raccolta di fondi attraverso la vendita di prodotti sul proprio sito. Acquistando questi prodotti, nei negozi di Facebook, il 95 per cento circa del costo sarà devoluto in beneficienza. Facebook non riceverà nessuna commissione per se.

Articolo tratto da Mashable